Come trovare qualunque cosa su internet grazie alle Google Dorks

Come trovare qualunque cosa su internet grazie alle Google Dorks

Internet è un mare pieno zeppo di contenuti… è presente una mole talmente elevata di contenuti (spesso GRATUITI) che si potrebbe apprendere praticamente qualunque cosa senza spendere un centesimo… comodo no?

Il problema è che, nonostante gli straordinari contenuti presenti, spesso quando si effettua una ricerca su un search engine (per semplicità prendiamo in considerazione Google), i risultati non sono soddisfacenti. La causa principale è il fatto che la ricerca viene effettuata per keyword, ovvero “parola chiave”. Immaginiamo per esempio di cercare “ciao”. Quanti articoli esisteranno con tale parola? Semplicemente TROPPI.

Occorre pertanto affinare la ricerca restringendo man mano il campo, andando a specificare al motore di ricerca cosa, dove e magari come cercarlo.

Spesso le ricerche non sono soddisfacenti in quanto il meccanismo delle keyword restituisce dei risultati molto generici, basati sul posizionamento SEO (per primi compariranno i contenuti con un punteggio SEO alto). Per affinare la ricerca si possono usare le cosiddette Google Dorks o “Comandi Google”, delle semplici keyword o caratteri jolly che permettono di “personalizzare la ricerca”. Detta in maniera semplice si tratta di una sorta di filtro di ricerca.

Le Google Dorks sono uno strumento potentissimo. E’ possibile trovare contenuti indicizzati per sbaglio come per esempio completi database contenenti password e username in chiaro, videocamere private, NAS… Si tratta di un insieme di tecniche di ricerca avanzata utilizzabili anche nell’ambito dell’OSINT (Open Source Intelligence).

Proprio per questo motivo alcune volte la terminologia “Google Dorking” è associata a quella di “Google Hacking”.

Naturalmente il vero obiettivo dei Comandi Google non è malevolo; si tratta infatti di tecniche avanzate che facilitano la ricerca in rete. Sono molto utili anche in termini di SEO dal momento che è possibile scovare eventuali contenuti duplicati sul proprio blog, rintracciare le pagine non sicure, trovare errori di indicizzazione… insomma, vale la pena conoscerle!

Ecco una lista di keyword base:

  • filetype: (o ext:): specifica il formato del file da ricercare come pdf, txt, docx, pptx (ex: google dorking list ext:pdf);
  • in/to: converte le unità di misura (ex. 25€ to $);
  • define: ricerca la definizione di una parola nel dizionario Google (ex. define:cinema);
  • site: Restringe il campo di ricerca al sito selezionato. Per esempio una query del genere “Better Discord site:aboutof.it” ricerca le keyword “Better” e “Discord” all’interno del sito aboutof.it. Compariranno quindi gli articoli di tale sito.
  • map: consente di visualizzare direttamente la mappa di un determinato luogo (ex. map:Milano)
  • weather: consente di visualizare le previsioni meteorologiche di una determinata zona (ex. weather:Milano)
  • stocks: permette di ricevere informazioni sui titoli azionari. Inserendo un codice azionario, Google fornirà il prezzo delle azioni corrispondenti
  • source: Permette di specificare la fonte da cui ricavare una determinata notizia. (ex. Film Natalizi source:aboutof.it)
  • cache: permette di visualizzare la versione salvata nella memoria cache del browser di un determinato sito web (ex. cache:aboutof.it/tech)
  • intitle: effettua la ricerca sulla base del titolo delle varie pagine. “Aboutof.it intitle:Bose” per esempio ricerca una pagina o un articolo nel cui titolo compare la parola “Bose”.
  • inurl: E’ simile a intitle tranne che la ricerca si basa sull’URL e non sul titolo delle pagine.
  • intext: ricerca una parola nel contenuto delle pagine o articoli del sito (ex. aboutof.it intext:Jabra)
  • blogurl: recupera, all’interno di un certo sito, la pagina destinata al blog (ex. blogurl:aboutof.it)

Queste sono solamente alcune “Dorks”… ce ne sono molte altre ma abbiamo preferito trascurarle in quanto non sono molto utilizzate (e per non creare troppa confusione).

Nel prossimo articolo analizzeremo nel dettaglio alcune di esse con degli esempi pratici.

Emanuele

Ciao, mi chiamo Emanuele e sono un ragazzo appassionato di cinema, fumetti e tecnologia! Ho creato questo piccolo sito web, con l'intento di poter diffondere a tutti le mie passioni. Stay tuned!

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments